Stampa dei certificati di origine: dal 1° luglio 2024 obbligo della stampa in azienda su foglio bianco o su formulario ufficiale

Per agevolare le imprese esportatrici che richiedono il certificato di origine, la Camera di Commercio semplifica la procedura di stampa consentendo alle imprese la stampa in azienda (anche su foglio bianco) dei certificati di origine. E' il primo passo verso una futura dematerializzazione dei documenti.

La Camera di Commercio di Alessandria-Asti ha avviato da diversi anni il servizio “Stampa in azienda” che permette alle imprese di stampare in azienda sia il Certificato di Origine che i documenti che necessitano di visti camerali, previa trasmissione della richiesta telematica tramite l’applicativo Infocamere CERT’O e, nel caso dei certificati di origine, l’utilizzo dei formulari ufficiali.

Tale possibilità, su disposizione di Unioncamere nazionale, viene ora estesa anche alla modalità “Stampa su foglio bianco” (già adottata dalle principali Camere di Commercio: Milano, Torino, Genova ecc.) e costituisce una naturale evoluzione del processo di digitalizzazione in corso dei documenti per l’estero, nella prospettiva finale di una completa dematerializzazione dei documenti.

Con la modalità di rilascio su foglio bianco si procede ad emettere in automatico oltre all’originale anche una copia, con il relativo diritto di segreteria a carico dell'utente. Per ogni richiesta di certificato verrà addebitato l’importo di Euro 10,00 per diritti di segreteria e si consentirà all’impresa di poter stampare ulteriori copie, oltre la prima, senza costi aggiuntivi. La richiesta di rilascio del certificato di origine e degli eventuali visti per l’estero dovrà seguire i consueti canali telematici, attualmente utilizzati, selezionando l’opzione “foglio bianco” all’interno della voce "Scelta Supporto Certificato" sul gestionale CERT’O.

L’Ufficio, dopo aver concluso l’istruttoria della pratica, invierà all’impresa il file in formato pdf, dalle caratteristiche standard del Certificato di Origine, validato con timbro e firma olografa del personale incaricato, pronto per la stampa: verrà inviato un file contenente nella prima pagina l’originale e nella seconda pagina la copia. Quest’ultima, come detto, potrà essere stampata all’occorrenza in più esemplari.

L'opzione "foglio bianco" consente alle imprese di trasmettere digitalmente al destinatario finale il certificato di origine, senza dover procedere alla stampa e scansione, oppure consente di stampare i certificati di origine a colori su carta comune. Il risultato della stampa effettuata su foglio bianco, sarà assolutamente comparabile con quella effettuata su modulistica tradizionale (stessi colori e lay-out), fatte salve le caratteristiche intrinseche di quest’ultima (filigrana e numerazione prestampata).

La stampa in azienda su “foglio bianco” prevede l’utilizzo di stampante a colori e carta adeguata alle caratteristiche richieste per il Certificato d’Origine. La stampa dovrà, pertanto, rispettare le seguenti caratteristiche definite dalla normativa:

  • formato A4 con dimensioni 210 × 297 mm. É consentita una tolleranza massima di 5 mm in meno e di 8 mm in più in lunghezza;
  • la carta da usare dovrà essere bianca per scritture, non contenente pasta meccanica, del peso di almeno 64 g / m2";

I Certificati di Origine emessi riporteranno in alto a destra il numero unico nazionale (nel formato CXXYZ0000000).

In sintesi i principali vantaggi per l’impresa con la stampa su foglio bianco sono i seguenti:

- non è più necessario recarsi agli sportelli camerali per ritirare i formulari prestampati;

- si può utilizzare una stampante standard a colori di facile reperibilità;

- non è necessario tenere il registro, conservare o restituire le copie residue o errate dei certificati;

- in caso di stampa errata o inceppamento del foglio nella stampante, si può effettuare una nuova stampa in autonomia senza bisogno di attendere i nuovi file dall'ufficio o dover comunicare il nuovo numero di formulario;

- la compilazione della pratica telematica sull’applicativo CERT’O ed il relativo invio rimangono invariati.

Per la verifica dei certificati emessi da parte degli operatori (Autorità doganali estere, spedizionieri doganali, operatori della logistica, clienti finali), essendo la Camera di Commercio di Alessandria - Asti accreditata al Network Internazionale dei Certificati di origine, sarà possibile appurarne la validità collegandosi al sito ufficiale della Federazione Internazionale delle Camere di Commercio (ICC/WCF) (http://certificates.iccwbo.org).

La verifica potrà essere effettuata dopo 48 ore dalla data di emissione del certificato.

E’ inoltre possibile consultare anche la Banca Dati Nazionale che offre la possibilità di eseguire una rapida verifica della corretta emissione dei diversi certificati/atti prodotti dalle Camere di Commercio utilizzando gli elementi di tracciatura apposti sugli stessi, al fine di verificare la veridicità del certificato a riprova della sua non contraffazione. La verifica dei dati può avvenire in due modalità:

  1. dal cellulare inquadrando il QR code con l’apposita App o con la fotocamera,

oppure

  1. collegandosi al sito https://co.camcom.infocamere.it.

Per ottenere l’abilitazione alla “Stampa in Azienda”, con entrambe le possibilità “Stampa in azienda su formulario ufficiale” oppure “Stampa su foglio bianco” le imprese sono tenute a trasmettere alla Camera di Commercio via PEC un’apposita richiesta in cui si dichiari la sussistenza delle seguenti condizioni essenziali:

- assenza di violazioni gravi o ripetute della normativa doganale e fiscale, compresa l'assenza di condanne per reati gravi in relazione all'attività economica del richiedente; così come previsto dall’art. 39 (a) del Regolamento (UE) n. 952/2013;

- assenza di domande di autorizzazione rifiutate o sospese e di revoca di autorizzazioni esistenti per AEO e/o Esportatore Autorizzato, a causa di violazioni delle norme doganali negli ultimi tre anni.

Per aderire al servizio le imprese devono inviare l'apposito modulo , avendo cura di barrare entrambe le opzioni proposte. L’ufficio, nel caso di imprese già abilitate al servizio “Stampa in azienda”, provvederà ad estendere l’abilitazione anche al servizio “Stampa su foglio bianco”.

Si precisa infine che a far data dal giorno 1° luglio 2024 le richieste di emissione dei certificati di origine dovranno essere trasmesse esclusivamente in modalità “Stampa su foglio bianco” o “Stampa in azienda su formulario ufficiale”.

A partire da tale data le richieste inviate telematicamente con ritiro del certificato cartaceo allo sportello non verranno più accettate e l’impresa sarà invitata a ripresentarle con le modalità richieste.

Nel caso in cui il certificato di origine debba essere legalizzato presso le Autorità consolari/diplomatiche estere in Italia (e per i soli Paesi che aderiscono alla Convenzione internazionale dell’Aja), poiché il documento deve essere legalizzato in Italia dalla locale Prefettura, verrà consentita la stampa su formulario cartaceo. L’impresa richiedente dovrà tuttavia specificare il motivo della scelta nello spazio ANNOTAZIONI della richiesta di emissione.

L’Ufficio Sportello imprese e SUAP (sede di Alessandria: rif. Antonio Di Fazio/Francesca Grassino tel. 0131-313206/207 – sede di Asti: rif. Paola Busto tel. 0141-535243) rimane a disposizione per qualsiasi ulteriore richiesta di chiarimento.

Ultima modifica
Ven 21 Giu, 2024